Abbigliamento da Portiere

L'abbigliamento del portiere si differenzia rispetto ai compagni di squadra, per il portiere è importante vestirsi con indumenti adeguati, perché il c'è sempre il rischio di infortunarsi per aver prestato poca attenzione su cosa indossare.
Usare abbigliamento tecnico adeguato è un dovere per tutti i portieri. Non sempre giochiamo su campi perfetti, anzi, il contrario. Le sollecitazioni a cui il nostro corpo viene ripetutamente sottoposto, impongono l'uso di materiale tecnico dotato di protezioni.
E' nostra abitudine consigliare sempre abbigliamento protettivo e tenere in considerazione alcuni aspetti:

  • attitudine al ruolo;
  • calcio a 5 o calcio a 11;
  • terreno di gioco.


L'attitudine al ruolo

Ogni quanto giochi? Ti alleni? E se sì, quanto spesso? Molti si limitano alla partitella settimanale, mentre altri praticano maggiormente, allenandosi più volte alla settimana e giocando numerosissimi campionati e tornei.
Ad impegni diversi, possono essere necessari indumenti diversi. Non pensare, però, che se sei abile e allenato, tu non abbia bisogno di protezioni. Basta un graffio non curato o una botta presa nel modo sbagliato a creare grandi problemi.
Se invece non possiedi adeguate basi tecniche, la possibilità di incorrere in infortuni e traumi cresce sensibilmente. A tal proposito il vantaggio psicologico sta proprio nell'usare abbigliamento protettivo: avrai più sicurezza tra i pali, libero di tuffarti, cadere e andare verso il pallone con possibilità minori di incorrere in traumi.

Calcio a 5 o calcio a 11

Il portiere e il suo abbigliamento cambiano se giochi a calcio a 5 oppure a calcio a 11.
Elenchiamo le principali differenze nell'abbigliamento, nel caso in cui si giochi sul campo ridotto o sul campo grande:

Il portiere del futsal

Cosa distingue un portiere di futsal? Le gomitiere e le ginocchiere. Molti di loro hanno preso l'abitudine di non usare i guanti, scelta opinabile se non sei allenato e abituato a giocare con il pallone a rimbalzo controllato.
Il modo in cui gioca il portiere a cinque è totalmente diverso. La porta è più piccola e la si copre con rapidi spostamenti laterali. Pochi tuffi e tanta copertura dello specchio. Ne consegue che le parti maggiormente esposte, sono proprio le articolazioni di gomiti e ginocchia. I primi per gli impatti dovuti a rapidi interventi a terra. Le seconde per lo stesso motivo, assieme ai numerosi interventi in uscita e che richiedono sforzi alle gambe. E dunque, maglie ben imbottite o gomitiere diventano necessarie.
Ma i pantaloni? Considerando ancora il calcio a 5, le protezioni sui fianchi possono rivestire un'importanza secondaria. Certo, possono essere utili, ma in misura minore rispetto a quelle sulle ginocchia. Nel caso in cui si usano le ginocchiere, vien da sé che i pantaloni possono essere considerati meno importanti. Se però non si vogliono usare le ginocchiere, per tanti portieri fastidiose da indossare e tenere, esistono alcuni pantaloni da portiere che possono tornare decisamente utili.

Il portiere del calcio a 11

L'immagine del portiere di calcio è quella classica del fiero giocatore tra i pali, pronto a difendere la porta con tuffi atletici e spettacolari. Poi c'è la dura realtà di cadute dolorose su campi orrendi. Giocare davanti a una porta grande implica doti tecniche diverse da quelle del portiere di calcetto. E assieme a queste caratteristiche, cambia anche il tipo di abbigliamento protettivo necessario.
Un indumento riteniamo sia fondamentale, oltre ai guanti da portiere: è il pantaloncino tecnico protettivo. Se escludiamo i rari casi in cui si gioca sull'erba naturale, l'uso di abbligamento con protezioni sui fianchi diventa una necessità.
Tornando alle maglie, si ripresenta il dilemma sulle imbottiture ai gomiti. Ammettiamo la possibilità di essere maggiormente elastici. E' indubbio che il portiere di calcio debba avere possibilità di muoversi con scioltezza sul campo e che in partita, quando il campo lo consente, l'uso delle protezioni può non essere necessario.
Rari i casi di uso di gomitiere e ginocchiere. Se ne fa uso soprattutto in caso di problemi pregressi, principalmente nel caso di borsiti ai gomiti.

Il terreno di gioco

La superficie del campo è già stata presa in considerazione nella precedente sezione. Il calcio a 5, conosciuto e praticato più comunemente come calcetto, si gioca a livello agonistico sul parquet e a livello amatoriale sull'erba sintetica. Il calcio a 11 sull'erba naturale oppure sintetica.
Tutti questi terreni, rendono non semplice consigliare materiale con accuratezza, ma se prendiamo in considerazione l'aspetto principale, cioè l'attitudine al gioco, la scelta, seppur non immediata, diventa più facile. Semplificando al massimo, più dura sarà la superficie, maggiore dovrà essere la capacità protettiva dell'indumento.
Se sei uno che gioca una volta la settimana a calcetto con la propria squadra amatoriale e lo fai sul classico campo in sintetico mediamente abrasivo, è consigliata la protezione di braccia e gambe dai materiali presenti a terra.
A maggior ragione, se giochi in porta a calcio e devi tuffarti sulla dura e polverosa terra compatta dei campi di periferia. Perché non indossare delle adeguate protezioni che possono aiutarti nelle prestazioni, renderti più sicuro e meno dolorante?

MARCHI DISTRIBUITI Visualizza tutti